BARCELONA – everything happens for a reason | 3 days

Every time I catch a bus, a train, a plane or even just put on my shoes,
that’s when I start my adventure.

And you know, adventure are made of a small quantity of planning, and a lot of changes;
many many photos, some new food, and new stories to tell.
I did it in Elche last summer, as I have been doing for all my life.

But this time, in Barcelona, I realized that every city I go to
actually means something more to me.
Something that is not related to a monument nor a person.
You know when you get back to your room and you are so tired that your mind goes wherever it wants?
Well, that is the moment when I think I have the greatest connection to myself.
I simply feel what I feel, I don’t have any restriction nor obligation,
and I usually am capable of using that moment to reflect.

In Barcelona, I came with the conclusion that everything happens for a reason.

Continua a leggere “BARCELONA – everything happens for a reason | 3 days”

Le Ragazze Vaganti | Sara P – la serie

E dopo Soňa e Sara B, oggi è il turno di un’altra Sara, conosciuta anche Almudena o Dimitra…

Sara, 23, Italia.
Studentessa triennale di Mediazione Linguistica Interculturale.
Da settembre 2013 a settembre 2014 ho fatto l’au pair a Madrid, da giugno a settembre 2015 ho ripetuto l’esperienza a Murcia, da settembre 2015 a giugno 2016 ho fatto un Erasmus+ a Cordoba (Spagna), da giugno a settembre 2016 ho fatto per la terza volta la ragazza alla pari a Pamplona, da febbraio a settembre 2017 ho preso parte a un Overseas a Cordoba (Argentina), e attualmente lavoro all’Istituto Italiano di Cultura di Atene con la borsa di studio Erasmus Placement.
Mi piacciono l’arte, la marmellata di fichi e i cappellacci.
Non mi piacciono i semini dei pomodori, i delfini e le persone carismatiche.
Potete seguirmi nei miei viaggi su instagram.

le Continua a leggere “Le Ragazze Vaganti | Sara P – la serie”

Nuovi inizi. Come affrontarli?

Settembre, si sa, è il mese dei nuovi inizi.
È un gennaio anticipato (o ritardato), dai colori più caldi e dalle giornate più lunghe.
Senza buoni propositi e con un po’ di voglia di freddo, riprendiamo le redini della nostra vita.
E mentre molti sono appena tornati, tanti altri se ne vanno.
Preparano le valigie di aspettative, oggetti inseparabili e le riempiono di cose inutili nella speranza che possano riempire anche solo una piccola parte del vuoto che sentiranno.

zaino

Continua a leggere “Nuovi inizi. Come affrontarli?”

7 MOTIVI PER SCEGLIERE UN’AGENZIA AUPAIR

Nell’estate 2015 ho preso la decisione di andare in Spagna come summer aupair tramite l’agenzia ServiHogar. La mia esperienza con la fantastica Laura è stata molto positiva, e parlando con lei delle domande più frequenti che le future ragazze alla pari le rivolgono, ha voluto condividere le ragioni per cui, dal suo punto di vista, è vantaggioso scegliere un’agenzia.

Continua a leggere “7 MOTIVI PER SCEGLIERE UN’AGENZIA AUPAIR”

#20 e #21 Biarritz e Madrid

<a href=”https://www.bloglovin.com/blog/18840173/?claim=er5qhf3gwqz”>Follow my blog with Bloglovin</a>

Due settimane di ritardo!

Mica male, no? ☺

Biarritz.png

Il 26 siamo andate a Biarritz, Francia, a solo due ore di viaggio in autobus da Pamplona.

È una cittadina mooolto piccola, ma è il posto perfetto per rilassarsi.

Nel collage che ho fatto, ho messo varie foto che abbiamo fatto.

La zona è fatta di tante insenature, e la cosa bella di Biarritz è che le hanno sfruttate come panoramiche o come specie di parchi. A proposito di parchi, ce n’è uno praticamente in centro, di fronte al mare, un po’ in stile Parc Guell.

La cosa che non mi è piaciuta per niente, è che non parlano nessun’altra lingua all’infuori del francese. Neppure lo spagnolo! E sono pieni di turisti, quindi non riesco a capire come facciano.

La scorsa settimana, invece, siamo partite di venerdì per andare nella meravigliosa capitale spagnola, Madrid.

MADRID.png

La città mi è piaciuta un sacco!

Il Parque del Retiro, il Palacio Real, la Plaza Mayor, la Plaza del Sol, il Templo de Debod, Plaza de España… ogni angolo che giri ti trovi in una piazzetta o una stradina con qualcosa di unico e speciale!

E… ho visto il Museo del Prado. Posso dire di poter morire felice, finalmente!

 

A parte il fatto che per gli studenti fino ai 16 anni è gratuito, dentro si trovano moltissimi quadri di Goya, uno dei pittori spagnoli che più meritano, e Las Meninas di Velazquez lascia a bocca aperta. Inutile dire che quando sono uscita, ci sarei rientrata di nuovo!

20150802_114834.jpg

Un beso, 

Veronica ♥

#19 Barcellona

Mentre il tempo alla rovescia continua e passa sempre più velocemente, le mie avventure spagnole continuano…

spain.PNG

Lo scorso weekend sono andata a Barcellona.

I miei piedi potrebbero non essere d’accordo, ma merita davvero! È una città fantastica, piena di posti da vedere, sorprese girando l’angolo di una strada, e visuali spettacolari.

Non è una città molto economica, soprattutto se vai come turista, perché le entrate costano abbastanza.

Abbiamo visto il Parc Guell di Gaudì, la Casa Battlò e la Casa Milà

20150718_095313.jpg

20150718_103835.jpg

20150718_104459.jpg

la Sagrada Familia, la spiaggia di notte e la Plaça de Catalunya.

20150718_150716.jpg

Il resto della settimana scorsa è andato abbastanza bene. Con le bimbe continuo a fare lezione d’inglese, e cerco sempre alcune attività creative per fargli praticare la lingua e quello che imparano…

Uno dei prossimi post sarà proprio su questo argomento ☺

Un beso,

Veronica ♥